< La Carta del Grassroots
 E--mail; atleticoposeidon@gmail.com LA "CARTA DEL GRASSROOTS" DELLA UEFA.
(“The UEFA GRASSROOTS CHARTER”)
Stralcio della “UEFA Grassroots Charter”, versione 2.1 febbraio 2006
La "Carta del Grassroots"(1)

 

Nel marzo 2009, il Presidente della FIGC, Giancarlo Abete, ha sottoscritto, unitamente al Presidente della UEFA, Michel Platini, l'adesione alla "UEFA Grassroots Charter", la Carta del Calcio di Base della UEFA. Tale Carta ha lo scopo di incoraggiare le varie Federazioni a migliorare la condizione del calcio di base attraverso programmi di promozione e di sviluppo che coinvolgono i giovani calciatori e le giovani calciatrici, gli istruttori, i dirigenti e i genitori.

 

Programmi in tal senso dovranno anche riguardare altri ambiti legati al Giuoco del Calcio e del Calcio a Cinque, ad attività educative, di formazione e sociali.

 
Nell'ambito dell'Attività di Base, in ogni stagione sportiva vengono realizzate le seguenti attività:
"Grassroots Festival"

 

Dal 2009, anno in cui la FIGC ha aderito alla Carta del Grassroots della UEFA, il Settore Giovanile e Scolastico organizza ogni anno, nel mese di giugno, il Grassroots Festival, un evento del calcio di base che coinvolge le varie aree che caratterizzano la Carta stessa:

Scuole di Calcio
Scuole di Calcio a Cinque
Attività Femminile
Calcio Integrato per Diversamente Abili
Calcio Sociale con la partecipazione di giovani calciatori e calciatrici di diverse provenienze ed etnie
Iniziative di Informazione e Aggiornamento per i tecnici e i dirigenti di calcio giovanile
"Fun Football" (categoria "Piccoli Amici")
È una manifestazione in cui i bambini e le bambine di età compresa tra i 5 e gli 8 anni, e i loro genitori, si confrontano in giochi ed attività con e senza palla, giochi popolari e di animazione.
"Sei Bravo a… Scuola di Calcio" (categoria "Pulcini") (3)
È un'attività riservata a bambini di età compresa tra gli 8 e i 10 anni, articolata in prove tecniche, giochi-partita e giochi a confronto, caratterizzata dall'integrazione di due particolari aspetti fondamentali per l'apprendimento: la sana competizione ed il divertimento.
"Fair Play" (categoria "Esordienti")
Il Torneo "Fair Play" è la denominazione che caratterizza tutti i tornei della categoria Esordienti (bambini di età compresa tra i 10 e i 12 anni), nei quali le graduatorie di merito che determinano le migliori squadre, sono definite in base alla somma di punteggi ottenuti in particolare per il comportamento (es. "Green card" acquisite) e da aspetti organizzativi della Società, oltre che dai risultati tecnici delle squadre.

 

Formazione e aggiornamento(2)
Il Settore Giovanile e Scolastico, nell'ambito dell'attività realizzata in periferia, propone una serie di attività di formazione, informazione e aggiornamento destinata a tutti coloro che, nei diversi ruoli ed ambiti, sono a contatto dei giovani calciatori.
Vengono infatti realizzate le seguenti attività:
P Incontri informativi per dirigenti, tecnici, genitori e giovani calciatori con tecnico, medico e/o psicologo messo a disposizione dal Coordinamento Regionale Federale per l'Attività Giovanile e Scolastica;
P Incontri di aggiornamento sulle varie tematiche del calcio giovanile, sia in ambito tecnico che educativo, sia in ambito di prevenzione alla salute che di conoscenza delle regole del giuoco;
P "Corsi di informazione per Istruttori di Scuola Calcio privi di qualifica federale" della durata complessiva di 85 ore, organizzati in ambito provinciale in collaborazione con il CONI.

 


 
(1) Per ulteriori dettagli visualizza uno stralcio della UEFA Grassroots Charter
(2) Per ulteriori dettagli puoi consultare i seguenti documenti:
 CU n°1 del Settore Giovanile e Scolastico
 Guida Tecnica per le Scuole di Calcio
(3) Per consultare il progetto tecnico-didattico del "Sei Bravo a… Scuola di Calcio" attuale, clicca qui
 La Carta dei diritti dei Bambini e dei doveri degli Adulti